In rilievo

4-5 Novembre e 2-3 Dicembre 2017 ore 9.00-18.00
Obiettivo di questo corsoConoscere l'anatomia del...
Ci attende un'altra novità nel 2018....a breve...
San Donà di Piave - VENEZIA
Formazione Insegnanti Yoga in Gravidanza - San...
2-3-4 Marzo e 11-12-13 Maggio 2018 ore 9.30-17.30
Satya Scuola di Yoga è una scuola di Yoga...

Formazione

25-26-27-28-29 Luglio e 8-9-10 Settembre 2017
Formazione Insegnanti Yoga in Gravidanza e Post...
San Donà di Piave - VENEZIA
Asana & Meditation Training RYT200 Il corso...

Yoga

Yoga
Dal Lunedì al Giovedì

Che cos'è lo Yoga?

Lo Yoga è un processo di ricerca interiore ma non di negazione della realtà esterna.
E' sopratutto una via di equilibrio: chi inizia a praticarlo non deve estraniarsi dal mondo, ma continuare ad occuparsi della vita nella sua quotidianeità. La via di chi pratica lo Yoga è un equilibrio tra intelligenza, energia ed amore. Questa condizione vi aiuterà nello svolgimento di qualsiasi attività.
Nasce come una scienza e non una religione; è un insieme di sistemi che porta a comprendere la vera natura dell'uomo.
Lo Yoga porta beneficio alla mente; la rende più tranquilla e silenziosa, la libera dalla confusione, dai pensieri e dalle chiacchiere. La pratica delle Asana (posizioni) invece porta benessere fisico. lo Yoga cerca così di creare quell'equilibrio tra i vari aspetti della vita che permettono di arrivare alla realizzazione del Vero Se. 
 
" Non esistono limiti di età e nemmeno restrizioni geografiche. Neanche la differenza di sesso e la salute rappresentano un ostacolo"
 
Il Maestro BKS Iyengar nel suo bellissimo libro "Yoga: pensiero e pratica" ci spiega:
"Tutto quello che serve per praticare lo Yoga con successo è buonumore, perseveranza, coraggio, corretta conoscenza della tecnica da seguire, moderazione nello stile di vita e fiducia. Gli effetti della pratica dello Yoga descritti dai saggi verranno di conseguenza. E sono bellezza e forza, chiarezza del linguaggio e dell'espressione, tranquillità dei nervi, miglioramento della funzione digerente, temperamento gioioso che si manifesta in un volto sempre sorridente."
 
 
Come si svolgono le lezioni?
Le lezioni sono composte da: Asana, Pranayma, Meditazione, canto dei Mantra, e una fase finale di rilassamento.
La parola 'asana', in sanscrito, significa "posizione" e nello Yoga è la postura che il corpo assume durante la pratica.
Le asana sviluppano la consapevolezza del corpo e donano elasiticità e benessere.  Attraverso la pratica delle posizioni, lo Yogi cura: l'aspetto, lo sviluppo dei sensi, lo sviluppo dell'anima quello dell'intelletto e della mente senza mai predilire un aspetto piuttosto che un'altro, ma cerca di nutrirli tutti in uguale misura.
Gli asana liberano il corpo dalle tossine che abbiamo in eccesso anche per questo motivo lo rendono più flessibile. Il corpo in questo modi si prepara per tutte quelle posizioni indicate per la meditazione.
Il corpo è solo un mezzo: "Un'anima senza corpo è come un uccello privato della sua capacità di volare"
Gli asana portano i nomi del mondo della natura è questo per ricordarci di madre natura, dell'universo che ci sta intorno, del legame profondo che abbiamo con la natura stessa. 
 
Prana significa: respiro, fiato, vita, vitalità, è anche la forza vitale che pervade l'universo, è la forza che sostiene gli essere umani. Ayama significa lunghezza, espansione, stiramento; perciò pranayama significa estensione e controllo del respiro.Una buona parte dell'energia pranica viene assorbita dall'uomo attraverso la respirazione. Il pranayama è quindi molto importante perché grazie alla sua azione in ogni fase della respirazione (inspirazione-retenzione del respiro ed espirazione) ci permette di aumentare il livello di prana nel corpo e allo stesso tempo stimola Pratyahara. In india si dice che la durata della vita di uno yogi viene misurata con il numero dei suoi respiri. Perciò chi segue una respirazione lenta e profonda rafforza il sistema respiratorio, calma il sistema nervoso, e riduce la bramosia. Quando i desideri si calmano, la mente si libera ed è possibile entrare in uno stato di Meditazione.
 
"Liberare la mente di tutte le sue illusioni è la vera rechaka (espirazione); realizzare che "Io sono Atma (lo spirito) è la vera Puraka (inspirazione); mantenere stabilmente la mente su questa convinzione è la vera kumbhaka "ritenzione. Questo è il vero pranayama dice Sankaracharya". Tratto dal libro "Teorie e Pratica dello Yoga" 
 
La parola meditazione viene spesso utilizzata e considerata nel modo sbagliato. La meditazione non è una cosa che si "fa" ma è uno stato che può essere raggiunto attraverso delle tecniche o esercizi particolari. Patanjali dice che la meditazione avviene con Dhyana che significa concentrazione senza sforzo. Le tecniche non sono altro che dei mezzi utilizzati dall'uomo per portare la mente e l'attenzione in un unico punto. Per alcune scuole il troppo sforzo diventa un ostacolo, perciò quello che cerchiamo di fare è di rimanere i uno stato tra consapevolezza volontaria e totale arrendevolezza. Il Tantra in particolare ha elaborato moltissime tecniche che possono aiutarci a raggiungere questo stato. Quello che differenzia lo Yoga dalla ginnastica è prorpio l'aspetto meditativo. La meditazione aiuta a calmare la mente e le vibrazioni mentali. La mente, per funzionare al meglio ha bisogno di essere tranquilla e serena. La Meditazione/Dhyana porta il praticante a sviluppare l'introspezione e percepire l'aspetto profondo della vita e dell'essere.  
 
Ecco le lezioni Yoga che proponiamo:

Dai un occhio nella Tabella dei Corsi per verivicare gli orari delle lezioni e la spiegazione dei diversi stili

Da oggi Hatha Yoga e Yoga in Gravidanza anche a TREVISO CENTRO!

 
 

Iscriviti alla newsletter