Tapas

Tapas (तपस्)

Yoga e tapas sono profondamente collegati tra loro. La parola tapas viene tradotta come “austerità”, “controllo”, “ascetismo”. Il suo significato specifico cambia a seconda del contesto in cui viene utilizzato.

La radice sanscrita “tap” significa riscaldare. Questo calore viene generato attraverso l’esecuzione di una pratica intensa.

L’idea è quella di praticare una disciplina che possa creare calore attraverso il controllo dei sensi e degli impulsi. Frizione, calore e forza, ottenuti attraverso l’autocontrollo, vengono utilizzati per bruciare Karma.

Questo approccio sta, per esempio, alla base del Giainismo, secondo cui tapas è la risposta al problema del Karma, comune a tutte le tradizioni Yoga. Per altre tradizioni (sampradāya) di Asceti, tapas veniva utilizzato sempre per creare calore, ma con l’obiettivo di creare contatto e comunicare con le divinità.

Tapas viene menzionato anche nel secondo capitolo di Pātañjalayogaśāstra (Sādhana Pāda). Tapas fa parte degli Niyamas (attitudini e comportamenti da seguire per la buona riuscita della pratica). Secondo Patañjali, Tapas è una virtù e caratteristica che è necessario sviluppare per portare equilibrio tra il corpo e la mente e sviluppare una maggiore consapevolezza di se.

Articolo di Sara Quintavalle